25/12/2012 Da Federcalabria
NUOVO CONTRATTO AI BANCARI BCC
È stata firmata la scorsa notte dalle organizzazioni sindacali e da Federcasse, dopo 14 mesi di complesse trattative, l’ipotesi d’accordo sul rinnovo del contratto nazionale degli oltre 36 mila lavoratori delle banche di credito cooperativo. L’accordo prevede un aumento salariale medio a regime di 170 euro: sarà versato a scaglioni da giugno 2013 fino a giugno 2014, con conguagli sul 2012, nei primi mesi del 2013. Nasce il fondo per la nuova occupazione. A gestirlo sarà un ente bilaterale. Le finalità sono la stabilizzazione dei precari e il mantenimento dei livelli occupazionali. I sindacati hanno ottenuto un impegno a contribuire a questo strumento: i dirigenti lo finanzieranno con lo 0,125% del salario fisso e lo 0,375% di quello incentivante/variabile; la contribuzione a carico dei lavoratori sarà a costo zero. Il premio di risultato è stato il tema più combattuto. Alla fine, è stato stabilito che le perdite sui crediti incideranno solo per il 30% sul calcolo finale del premio relativo al 2011, ancora non liquidato da 12 federazioni, mentre inciderà per il 40 e il 50%, rispettivamente sui premi relativi ai bilanci del 2012 e del 2013.